Tutti pazzi per Periscope

Le più Geek tra noi mi capiranno al volo…. Già perché Periscope è la vera moda del momento, popolarissima ormai tra le più geek (ma anche tra le poco geek).

Ma in sostanza cos’è Periscope? È semplicemente un’ app, un’ app legata a Twitter. Da quando il colosso del 140caratteri ha fiutato l’affare e l’ha acquistato, Periscope e’ diventato un vero e proprio asso nella manica.

Periscope
Chi dice che è solo una moda si sbaglia di grosso…. Il bisogno di informazione che oggi abbiamo è infinito. Ecco perché i video istantanei sono diventati così cool.
Con Periscope si possono vedere in diretta i video di testate giornalistiche, sportive, ma anche di utenti comuni che decidono di condividere la propria vita con gli utenti collegati! Insomma, il mondo dal punto di vista di chi lo osserva!

Periscope2
Anche le star di casa nostra sono state contagiate dalla Periscope-mania: i più attivi di tutti sono Fiorello, Jax e il super social Lorenzo Jovanotti.

Periscope3i

Allora come fare per diventare Periscopiani? Basta scaricare l’app (ora solo per iOS e non Android) e collegarla al proprio profilo Twitter. Super easy!!!

GGG 

Annunci

La bella vita, le Freak c’est chic!

Questo non è un post ne’ fashion ne’ geek…. Questo è un post sulla bella vita, quella che, fighetti o no, tutti sogniamo di fare. E quando l’occasione arriva, si fa fatica a dire di no!

La bella vita per me ha avuto il nome di Montecarlo e, più precisamente, Fairmont a Montecarlo. Quello che non possiamo chiamare hotel di lusso perché sarebbe riduttivo! Questa è stata un’esperienza, anzi l’esperienza.

image2

A condire la comodità a 5 stelle, ci si è messo anche l‘invito VIP per l’eprix, il primo Gran Premio elettrico del Principato. E vi assicuro che dalla terrazza del Miramar anche la gara (oltre che i piloti) diventa interessante!

Dall’ aperitivo sulla terrazza con piscina al cocktail al Buddha Bar, passando per gli yacht parcheggiati al porto…. In questo paradiso nulla e’ scontato e nulla lasciato al caso.

image1

image4

image2

image3

image4

È scoccata la scintilla, lo ammetto…  E pensare che ero qui solo per vedere il Gran Premio!

GGG

Gli occhiali stampati in 3D

La customizzazione è oggi il valore aggiunto della maggior parte degli oggetti di uso comune. E se pensiamo che possiamo scegliere tra numerose varianti di taglie di vestiti e numeri di scarpe non è possibile non trovare ciò che meglio si addice al nostro corpo.  La stessa filosofia sta alla base degli occhiali MONO, i primi eye glasses customizzabili.

occhiali-su-misura

L’idea è di una start up, ITUM, che ha deciso di sfruttare la tecnologia 3D per creare degli occhiali modellabili a seconda delle esigenze dei clienti. E quindi un sistema a tre dimensioni che permette di scegliere la migliore larghezza del telaio,  la profondità del nasello e la lunghezza delle aste. Il risultato è un occhiale su misura, disponibile nelle taglie S, M o L.

stili-occhiali

Ecco il video che mostra la tecnologia degli occhiali MONO.

Avrà successo?

GGG

Evviva il dito medio!

Tutti con il dito medio alzato, anche sul web e sullo smartphone! Finalmente la tanto attesa emoji arriverà davvero e ci potremo mandare tutti all’altro Paese come “dito” comanda!

Midlle finger

La prima a sdoganare il gesto sarà Microsoft: da alcune indiscrezioni trapelate nei giorni scorsi sembra proprio che l’azienda di zio Bill includerà il “middle finger” nella release di Windows 10. Prima sui PC e poi su tutti gli smartphone della famosa finestra potremo dirci in faccia (o meglio nello schermo) ciò che davvero pensiamo! E senza mezzi termini!

Inoltre, il middle finger sarà disponibile in varie sfumature, a seconda del colore della pelle, giusto per non fare torto a nessuno!

Non ci resta che aspettare qualche settimana! poi middle finger per tutti! 🙂

Middle finger2

GGG

#UnFordgettable: un tuffo negli anni 90

Qualche tempo fa mi è capitato di seguire una conferenza in cui Ford Italia raccontava la sua strategia di comunicazione e mi era sembrata interessante e sicuramente originale. Oggi ne ho la prova tangibile con questo divertente esperimento che la casa automobilista ha portato avanti con tre tech-guy più influenti d’Italia.

Claim

La sfida è stata quella di far vivere a tre super manager una giornata come se fossimo ancora nel 1992. Cosa significa questo? una giornata senza smartphone, tablet, social network, ma solo con fogli di carta, floppy disk, computer fissi, vhs ..

Alla prova sono stati messi Luca Colombo, Country Manager di Facebook Italia; Salvatore Ippolito, Country Manager di Twitter Italia e Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia. Avranno superato l’ardua prova? Ecco i video che li “inchiodano”.

E per noi poveri mortali, Ford ha creato una landing page in cui condividere i nostri ricordi twittandoli in ambiente DOS con l’hastag #unFordgettable.
GGG